Codice etico

Le regole di comportamento e i valori in cui crediamo

 

Il presente Codice etico è stato adottato dalla società con deliberazione del Consiglio di Amministrazione e contiene l’enunciazione dei principi generali di legalità, correttezza, trasparenza ed integrità morale che rappresentano un presupposto imprescindibile per lo svolgimento della attività di Pony Zero Srl e per il raggiungimento degli obiettivi economici, produttivi, sociali che la società si pone.

Il Codice etico societario, in particolare, definisce: le regole di comportamento nei rapporti con gli interlocutori esterni, i collaboratori, il mercato e l’ambiente, alle quali la società informa la propria attività interna ed esterna, esigendone il rispetto da parte di tutti i collaboratori, i consulenti e – per quanto di competenza – degli interlocutori esterni; le regole di organizzazione e gestione dell’attività imprenditoriale finalizzate alla realizzazione di un sistema efficiente ed efficace di programmazione, esecuzione e controllo delle attività tale da assicurare il costante rispetto delle regole di comportamento e prevenirne la violazione da parte di qualsiasi soggetto che operi per conto la società.

Principi e valori morali

I seguenti principi rappresentano un patrimonio irrinunciabile e fondamentale della società, che deve basare il proprio sviluppo su una reputazione solida e fedele a tali valori.

Professionalità

Le attività della società sono svolte con impegno e rigore professionale. I rapporti tra i dipendenti, a tutti i livelli, devono essere improntati a criteri comportamentali di correttezza, collaborazione, lealtà e reciproco rispetto. Imparzialità, dignità e uguaglianza nelle relazioni lavorative e nelle decisioni aziendali Pony Zero evita ogni discriminazione in base all’età, alla lingua, al sesso, alla sessualità, allo stato di salute, alla razza, alla nazionalità, alle opinioni politiche e credenze religiose dei suoi interlocutori. Pony Zero rispetta la dignità personale, la sfera privata e i diritti della personalità di qualsiasi individuo. Riservatezza, tutela delle informazioni e della privacy Pony Zero assicura, in conformità alle disposizioni di legge vigenti, la riservatezza delle informazioni in proprio possesso, impegnandosi a proteggere i dati riservati, sensibili o personali dei collaboratori o dei soggetti terzi. La società, nel pieno rispetto delle disposizioni di cui al D. Lgs. 196/2003, assicura il corretto trattamento dei dati personali e sensibili di cui venga in possesso.

Onestà e legalità

Pony Zero opera nel rispetto delle leggi e dei regolamenti vigenti e dei principi di onestà e trasparenza. Pony Zero rispetta le disposizioni normative vigenti in tutti i Paesi in cui opera. In nessun caso il perseguimento dell’interesse della società può giustificare una condotta diversa. Pony Zero ripudia e rifiuta ogni forma di associazionismo a scopi delittuosi.

Lealtà, correttezza e buona fede

Pony Zero agisce secondo correttezza e buona fede. Nella attività aziendale devono evitarsi situazioni dove i soggetti coinvolti siano, o possano anche solo apparire, in conflitto di interessi.

Rispetto degli individui

Pony Zero tutela e promuove il valore delle risorse umane allo scopo di migliorare e accrescere il valore delle competenze possedute da ciascun collaboratore.

Rapporti con l'esterno

Competizione

La politica societaria di Pony Zero è informata a principi di libera e leale concorrenza e tutte le azioni poste in essere nell’esercizio della attività imprenditoriale sono volte all’ottenimento di risultati competitivi che premino la capacità, l’esperienza e l’efficienza. La società ed i suoi collaboratori devono tenere comportamenti corretti negli affari di interesse aziendale e nei rapporti con la Pubblica Amministrazione. Qualsiasi azione diretta ad alterare le condizioni di corretta competizione è contraria alla politica aziendale della società ed è vietata ad ogni soggetto che agisce per conto di essa. In nessun caso il perseguimento dell’interesse aziendale può giustificare una condotta dei vertici e/o dei dipendenti e/o dei collaboratori della società che non sia rispettosa delle leggi vigenti e conforme alle regole del presente Codice.

 

Relazioni

 

Con gli interlocutori esterni

I rapporti della società con qualsiasi interlocutore, pubblico o privato, devono essere condotti in conformità alla legge e nel rispetto dei principi di correttezza, trasparenza e verificabilità. In particolare i rapporti con i dipendenti pubblici devono essere conformi ai principi ed alle previsioni dettati dal D.P.C.M. 28 novembre 2000 (Codice di comportamento dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni). Non sono ammessi, in alcuna forma, regali od omaggi che possano anche solo apparire come eccedente le normali pratiche commerciali o di cortesia, o comunque rivolti ad acquisire trattamenti di favore nella conduzione di qualsiasi attività.

Nei confronti di rappresentanti o dipendenti delle pubbliche amministrazioni sono vietate la ricerca e l’instaurazione di relazioni personali di favore, influenza, ingerenza idonee a condizionare, direttamente o indirettamente, l’esito del rapporto; sono altresì vietate le offerte di beni o di altre utilità a rappresentanti, funzionari o dipendenti delle pubbliche amministrazioni, anche per interposta persona, salvo che si tratti di doni di modico valore e conformi agli usi e sempre che non possano essere intesi come rivolti alla ricerca di indebiti favori. La società non eroga contributi, vantaggi o altre utilità ai partiti politici e alle organizzazioni sindacali dei lavoratori, né a loro rappresentanti, se non nel rispetto della normativa applicabile in materia e comunque sempre in accordo con il principio generale della trasparenza.

 

Con i clienti e i committenti

Pony Zero Srl impronta la propria attività al criterio della qualità, intesa essenzialmente come obiettivo del pieno soddisfacimento dei clienti e degli altri soggetti cui è rivolta l’attività stessa della società. Nei rapporti con la clientela e la committenza la società assicura correttezza e chiarezza nelle trattative commerciali e nell’assunzione dei vincoli contrattuali, nonché il fedele e diligente adempimento contrattuale.

Tutti i comportamenti, le operazioni e le transazioni decisi o attuati dalla società e da soggetti agenti in nome e per conto della stessa devono essere conformi alla legge, alla correttezza professionale, ai principi di trasparenza, verificabilità, coerenza e congruità, nonché debitamente autorizzati, documentati e registrati. Le trattative d’affari e i rapporti con gli interlocutori istituzionali e commerciali della società devono essere condotti in conformità alla legge e nel rispetto dei principi di correttezza, trasparenza e verificabilità.

Nel partecipare o indire gare di appalto o nell’ambito di contrattazioni commerciali a trattativa privata la società valuta attentamente la congruità e la fattibilità delle prestazioni richieste, con particolare riguardo alle condizioni tecniche ed economiche, facendo rilevare ove possibile tempestivamente le eventuali anomalie.

La formulazione delle offerte sarà tale da consentire il rispetto di adeguati standard qualitativi, di congrui livelli retributivi del personale dipendente e delle vigenti misure di sicurezza. La società ricorre al contenzioso solo quando le sue legittime pretese non trovano nell’interlocutore la dovuta soddisfazione. Nella conduzione di qualsiasi trattativa devono sempre evitarsi situazioni nelle quali i soggetti coinvolti nelle transazioni siano o possano apparire in conflitto di interesse.

 

Con i fornitori

Le relazioni con i fornitori della società, comprensive dei contratti finanziari e di consulenza, sono regolate dalle norme di questo Codice e sono oggetto di costante ed attento monitoraggio da parte della società stessa. La società si avvale di fornitori, appaltatori o subappaltatori che operino – per quanto possibile verificare da parte della stessa – in conformità della normativa vigente e delle regole previste in questo Codice.

 

Con l’ambiente

Le attività produttive e commerciali della società sono gestite nel rispetto della normativa vigente in materia ambientale applicabile.

Rapporti con i collaboratori

Lavoro

La società riconosce la centralità delle risorse umane, quale principale fattore di successo di ogni attività imprenditoriale, in un quadro di lealtà e fiducia reciproche tra datore e prestatori di lavoro. Il rapporto di lavoro si svolge nel rispetto della normativa contrattuale collettiva del settore e della normativa previdenziale, fiscale ed assicurativa. La società favorisce il continuo miglioramento della professionalità dei propri dipendenti, anche attraverso lo svolgimento di iniziative formative interna. La società si impegna, per quanto nelle sue concrete possibilità, a che tutti i dipendenti, dirigenti, amministratori, collaboratori, nonché il personale e funzionari di altre imprese con le quali dovessero essere svolte attività in comune o tra loro coordinate – anche temporaneamente – osservino costante rispetto delle leggi e dei regolamenti vigenti in tutti i paesi in cui la società opera, nonché delle regole organizzative e procedimentali adottate, in particolare di quelle espressamente previste nel modello di organizzazione, gestione e controllo per la prevenzione della commissione di reati.

Integrità

Il dipendente non utilizza l’Ufficio per perseguire fini o per conseguire benefici privati e personali. Il dipendente non si avvale della posizione che ricopre nell’Ufficio per ottenere utilità o benefici nei rapporti esterni anche di natura privata. Nei rapporti privati, il dipendente evita di dichiarare o di lasciare intendere la propria posizione nei casi in cui tale menzione non risponda ad esigenze obiettive. Il dipendente non fa uso delle informazioni non disponibili al pubblico o non rese pubbliche, ottenute anche in via confidenziale nell’attività d’ufficio, per realizzare profitti o interessi privati. Il dipendente evita di ricevere benefici di ogni genere, anche in occasione di viaggi, seminari e convegni, che possano essere o apparire tali da influenzarne l’indipendenza di giudizio e l’imparzialità; inoltre non sollecita né accetta, per sé o per altri, alcun dono o altra utilità da parte di soggetti comunque interessati all’attività del Garante o che intendano entrare in rapporto con esso, con eccezione dei regali di modico valore. Nel caso in cui riceva pressioni illegittime o gli vengano offerti regali, benefici o altre utilità eccedenti un modico valore, il dipendente è tenuto a darne tempestiva comunicazione al segretario generale.

Sicurezza e salute

La società garantisce condizioni di lavoro rispettose della dignità individuale ed ambienti di lavoro sicuri e salubri, inclusi i cantieri temporanei e mobili, nel pieno rispetto della normativa vigente in materia di prevenzione degli infortuni sul lavoro e protezione dei lavoratori. La società svolge la propria attività in condizioni tecniche, organizzative ed economiche tali da assicurare una adeguata prevenzione infortunistica ed un ambiente di lavoro salubre e sicuro. La società si impegna a diffondere e consolidare tra tutti i propri collaboratori una cultura della sicurezza, sviluppando la consapevolezza dei rischi e promuovendo comportamenti responsabili da parte di tutti i collaboratori.

Conflitto d'interessi

Il dipendente si adopera per prevenire situazioni di conflitto d’interessi con l’Ufficio, ed informa il CDA, che egli, il coniuge, i parenti entro il quarto grado o i soggetti conviventi abbiano nelle attività o nelle decisioni di propria competenza. Il dipendente si astiene in ogni caso dal partecipare ad attività o decisioni che determinano tale conflitto, e fornisce al CDA ogni ulteriore informazione richiesta. Il dipendente informa tempestivamente il CDA segretario generale degli eventuali contatti avviati, ai fini dell’assunzione di incarichi o di attività esterni all’Ufficio, con soggetti interessati anche solo potenzialmente all’attività del Garante. Il presente codice impegna il dipendente che cessi di prestare servizio presso l’Ufficio a non trovarsi in una situazione di conflitto di interessi con il Garante per un periodo di almeno due anni.

Riservatezza

Il dipendente rispetta il segreto d’ufficio e mantiene riservate le notizie e le informazioni apprese nell’esercizio delle proprie funzioni e che non siano oggetto di trasparenza in conformità alla legge e ai regolamenti. Il dipendente osserva il dovere di riservatezza anche dopo la cessazione dal servizio. In particolare, il dipendente non fornisce informazioni in merito ad attività istruttorie, ispettive o di indagine in corso presso l’Ufficio e non rilascia informazioni relative ad atti e provvedimenti prima della loro comunicazione alle parti. Il dipendente consulta i soli atti e fascicoli ai quali è autorizzato ad accedere e ne fa un uso conforme ai doveri d’ufficio, consentendone l’accesso a coloro che ne abbiano titolo e in conformità alle prescrizioni impartite nell’Ufficio. Il dipendente previene l’eventuale dispersione di dati osservando le misure di sicurezza impartite, custodendo con ordine e cura gli atti affidati ed evitando di effettuarne inutili copie.

Diffusione e aggiornamento

Del Codice etico è data ampia diffusione interna ed è a disposizione di qualunque interlocutore della società tramite il sito web aziendale www.ponyzero.com. Ciascun collaboratore della società è tenuto a conoscere e rispettare le previsioni del Codice. La società vigila con attenzione sull’osservanza del Codice, predisponendo adeguati strumenti di informazione, prevenzione e controllo ed intervenendo, se del caso, con azioni correttive. Il presente Codice può essere modificato ed integrato con delibera Consiglio di Amministrazione.

 

Modalità di attuazione

III.1. Prevenzione Nel rispetto della normativa vigente e nell’ottica della pianificazione e gestione delle attività aziendali tesa all’efficienza, alla correttezza, alla trasparenza ed alla qualità, la società adotta misure organizzative e di gestione idonee a prevenire comportamenti illeciti o comunque contrari alle regole di questo Codice da parte di qualunque soggetto che agisca per conto della stessa. In ragione dell’articolazione delle attività e della complessità organizzativa la società adotta un sistema di deleghe di poteri e funzioni, prevedendo in termini espliciti e specifici l’attribuzione degli incarichi a persone dotate di idonea capacità e competenza. In relazione all’estensione dei poteri delegati, la società adotta ed attua modelli di organizzazione e gestione che prevedono misure idonee a garantire lo svolgimento delle attività nel rispetto della legge e delle regole di comportamento di questo Codice, nonché ad individuare ed eliminare tempestivamente le eventuali situazioni di rischio.

 

Controlli

La società adotta specifiche modalità di controllo sulla conformità dei comportamenti di chiunque agisce per conto della stessa alle previsioni della normativa vigente ed alle regole di comportamento di questo Codice.

 

Sanzioni

L’osservanza da parte dei dipendenti della società delle norme del Codice etico deve considerarsi parte essenziale delle obbligazioni contrattuali ai sensi dell’art. 2104 c.c. La violazione delle norme del Codice etico da parte del personale dipendente potrà costituire inadempimento alle obbligazioni primarie del rapporto di lavoro o illecito disciplinare, con ogni conseguenza di legge.